Siamo stati orgogliosi di ospitare nella cornice “storica” del nostro TSN i migliori atleti e atlete di Target Sprint provenienti da tutt’Italia.
Ed è grande la soddisfazione che ci ha regalato la nostra squadra.
Ha aperto i giochi la categoria Allievi e subito c’è stato il tripudio per il giovanissimo Matteo Masotti, che si è laureato Campione Italiano, mai impensierito dagli avversari. Nella categoria Ragazzi, nella quale ha fatto il suo esordio solo quest’anno, Giorgio Berlese ha conquistato un fantastico argento, preceduto dal fortissimo atleta altoatesino Daniel Gruber. A seguire, nella categoria Junior Donne, Chiara Piazza aveva il non facile compito di difendere il titolo, già suo appannaggio nel 2019 e 2020. In una battaglia serrata, conclusasi al fotofinish con Matilde Rossi di Treviso (sua compagna in Nazionale) si è riconfermata Campionessa Italiana anche per il 2021, dimostrando grande determinazione e grinta.
È stata poi la volta dell’agguerritissima categoria degli Junior Uomini, dove Mirco Melandri si è arreso solo davanti alla superba prestazione dell’atleta di Treviso Marco Ammirati, aggiudicandosi comunque una meritatissima e prestigiosa medaglia d’argento. Nella categoria Senior Donne conferma del titolo di Campionessa Italiana per Silvia Antonicelli, che non si è lasciata sfuggire il podio più alto in virtù di una buona precisione sui bersagli. Infine titolo di Campionessa Italiana in categoria Master Donne per Elisa Chiarucci, che dopo una gara regolare si è messa al collo l’oro.
Nel pomeriggio si è disputata l’ultima gara, quella Single Mixed. La squadra Ravenna1, composta da Chiara Piazza e Mirco Melandri, ha conquistato il primo posto assoluto e l’oro, a suggello di un’intensa ed emozionante giornata. Quinta è arrivata Ravenna2 formata da Silvia Antonicelli e Matteo Filippi e settima Ravenna3 con Elisa Chiarucci e Giorgio Berlese.
“Nutrivo grande fiducia nei miei ragazzi – ha commentato l’allenatrice Rita Bagnara – che durante tutta la stagione agonistica hanno dimostrato grandi capacità e potenzialità. A questo appuntamento finale, che abbiamo avuto l’onore di organizzare proprio presso il nostro Tiro a Segno, siamo arrivati dopo innumerevoli risultati positivi nelle fasi di qualificazione, nonostante ci siano venuti a mancare alcuni atleti per piccoli infortuni che avrebbero potuto arricchire ulteriormente il nostro palmarès. Ma quattro titoli di Campione Italiano, un oro e due argenti non possono che inorgoglirci e ci spronano a fare sempre meglio”.
Infine, è doveroso ricordare la Pubblica Assistenza e l’Atletica Ravenna per la preziosa collaborazione.